Istituto Nazionale Luce

Camicia nera

data: [1914-1932]

durata: 01:30:55

colore: b/n

sonoro: sonoro

codice filmato: D034901


data: 1933

regia di: Forzano, Giovacchino

  • lingua: italiana
  • nazionalità: italiana
  • Casa di produzione: Istituto Nazionale Luce
  • Anno di produzione: 1933
  • FICTION
  • dopo il titolo di testa compare la scritta introduttiva al filmato:
  • "Questa sintesi cinematografica delle vicende d'Italia dal 1914 al 1932 creata per l'Istituto Nazionale Luce da Giovacchino Forzano ha avuto ad interpreti esatti contadini della maremma e uomini nati di popolo di ogni regione d'Italia"
  • PRIMO TEMPO
  • "1914 Nelle paludi Pontine....."
  • la sagoma scura di un casolare si staglia contro il cielo che inizia ad albeggiare
  • vedute delle zone paludose Pontine
  • una bufala viene fatta alzare dal fango e dalle acque paludose
  • zampe di bufale in cammino nell'acqua fangosa
  • un contadino segue le bufale
  • dei butteri a cavallo
  • didascalia: "... le famiglie vivevano nelle 'lestre'"
  • gruppo di capanne, o "lestre"
  • didascalia: "Ogni mattina la famiglia del fabbro è risvegliata dalla consueta sveglia"
  • una capanna circolare
  • interno della capanna:
  • da abitacoli in legno, chiusi, sporgono le mani di persone che svegliatisi afferrano indumenti appesi vicino al letto
  • il fabbro batte una spranga di ferro sull'incudine
  • un uomo tiene in braccio un nipotino che gli parla sorridendo, toccandogli la guancia
  • il nonno porta il nipote, nudo, all'esterno della capanna, immergendolo in una tinozza
  • il volto di una giovane donna
  • il nonno lava il bambino nella tinozza
  • la giovane donna accende il fuoco sotto un paiolo
  • la donna si avvia verso la porticina dell'abitacolo dove è sistemato un letto
  • didascalia: "La sorella del fabbro."
  • la donna apre la porticina: all'interno una giovane dorme nel letto
  • dialogo tra le due giovani donne
  • la donna, moglie del fabbro esce dalla capanna con una taffa di caffè (?) in mano
  • il nonno tira per la corda un cavallo in sella al quale sta il nipote
  • il fabbro sorride mentre beve il caffè
  • un maiale piccolo esce correndo dalla sua stalla e la donna lo segue
  • la ragazza, sorella del fabbro, nella capanna canta pettinandosi mentre si guarda ad uno specchietto
  • la ragazza si volta al richiamo di un giovane che la saluta dalla boscaglia
  • la ragazza raggiunge il giovane che le dice, ridendo, di avere quasi pronte le "carte per emigrare"
  • il fabbro parla con un gruppo di persone a cui si aggiunge il nonno con il nipote
  • le persone discutono sull'opportunità di emigrare
  • la donna si allontana dal gruppo sconsolata
  • gli uomini rimasti decidono di andare al "comizio" in paese
  • il nonno si allontana insieme al bambino decidendo di non andare al comizio perché avrebbe raccontato lui al nipote "le novelle"
  • gli uomini entrano in un edificio all'esterno del quale è appeso sul muro un foglio con la scritta: "Camera del Lavoro. Domenica 28 giugno. Grande comizio nessuno manchi"
  • le immagini scorrono sul comizio tenuto da un socialista, in piedi dietro una cattedra sulla quale uno striscione riporta la scritta: "INTERNAZIONALE" (il calendario alle spalle segna il 24 giugno)
  • gli uomini ascoltano con attenzione le parole del militante socialista che promette la bonifica delle paludi
  • una rana gracida in una pozzanghera
  • gli uomini presenti al comizio applaudono
  • i partecipanti al comizio hanno in mano un volantino con la scritta: "IL 23 agosto 1914 A Vienna il Socialismo ucciderà la Guerra [.....]"
  • il socialista continua a parlare proclamando la necessità di uno sciopero generale
  • le immagini scorrono su un comizio analogo a cui partecipano lavoratori tedeschi
  • altri immagini di analoghi comizi in corso in tutti i paesi europei
  • su una carta geografica nera dell'Europa viene evidenziata la città di "Serajevo"
  • su una cartella bianca con lo stemma dell'impero austro-ungarico si legge: "Nota dell'Austria alla Serbia"
  • compare la scritta: "Ordini di mobilitazione"
  • le immagini mostrano le mani dei governanti europei, austriaco, tedesco e russo, mentre firmano dichiarazioni
  • in sovraimpressione compaiono le loro firme
  • nelle sedi dei comizi dei vari paesi i lavoratori compaiono armati e intenti a cantare gli inni nazionali mentre scorrono le immagini di truppe in marcia
  • su alcune sequenze di eserciti in marcia compare la scritta: "28 luglio. L'Austria dichiara la guerra alla Serbia"
  • "2 agosto La Germania alla Russia"
  • "3 agosto La Germania alla Francia e al Belgio"
  • "4 agosto L'Inghilterra alla Germania"
  • "5 agosto L'Austria alla Russia"
  • "11 agosto La Francia all'Austria"
  • "13 agosto L'Inghilterra all'Austria"
  • "23 agosto" e segue l'inquadratura del volantino nel quale è proclamato: "A Vienna il Socialismo ucciderà la Guerra"
  • i volantini volano come un turbine in sovraimpressione sui soldati in marcia, durante i combattimenti, morti in terra
  • un cannone spara
  • nella capanna del fabbro il nonno si rivolge ai componenti maschi della famiglia dichiarando morto il loro socialismo che non era riuscito a impedire la guerra
  • i presenti commentano il fallimento del socialismo
  • il fabbro si alza leggendo una dichiarazione di Mussolini sulla mancanza di esame dei problemi delle nazioni da parte del socialismo
  • il bambino piccolo accende una lucerna e la osserva incantato al nome di "Mussolini"
  • didascalia: "La marea tedesca è per sommergere la Francia"
  • sulla carta della Francia scorrono in sovraimpressione le immagini dei soldati tedeschi mentre avanzano
  • il giovane fabbro lavora all'aperto e si rivolge al fidanzato della sorella criticandolo per l'idea continua di voler emigrare
  • il fabbro critica le posizioni neutraliste assunte dal cognato
  • un uomo, in tenuta da cacciatore, il padrone delle terre, si rivolge a un maresciallo criticando le posizioni neutrali
  • il giovane si rivolge alla fidanzata per dissuaderla dall'idea di emigrare
  • il nonno con il nipote, su un carro saluta il signore e il maresciallo e si avvia in città
  • il nonno e il bambino, scesi dal carro, osservano una cesta
  • il maresciallo si rivolge al proprietario dichiarandosi al corrente dei "figuri" che circolano nella zona e che tentano di convincere i "giovanotti" ad emigrare"
  • due uomini mangiano sostando su un prato e uno di loro dice di aver accettato dei soldi offertigli per ogni giovane che avrebbe convinto ad emigrare
  • il nonno e il nipote in una strada della città
  • un sacerdote legge seduto a fumare alla scrivania
  • un gruppo di ragazzi ascolta un uomo che parla ad un angolo della strada vicino alla chiesa
  • una donna lava i panni al ruscello vicino alla capanna
  • il parroco fuma la pipa e legge
  • il sacerdote sente le parole dell'uomo che parla in strada, si alza e esce
  • l'uomo parla al gruppo di giovani invitandoli ad emigrare
  • mentre l'uomo inneggia alla neutralità il sacerdote gli getta un secchio d'acqua in testa
  • mentre i due stranieri si allontanano, uno lamentandosi per essere stato bagnato da un "prete interventista", arriva la sorella del fabbro che li invita a venire a parlare alle capanne della sua famiglia
  • la gente cammina in una strada della città
  • dei giovani inneggiano alla neutralità
  • discussioni sulla neutralità o meno dell'Italia nella guerra all'interno di un caffè
  • un uomo urla la necessità per il popolo italiano di sostituirsi al parlamento il nonno acquista al nipote un fucile giocattolo e una bandierina tricolore
  • immagini raddoppiata di un treno in corsa
  • un uomo anziano vende per la strada il primo numero de "Il Popolo d'Italia"
  • animazione nel caffè e per la strada
  • molte persone acquistano una copia del giornale
  • un uomo legge a voce alta, all'interno del caffè, l'editoriale di Mussolini su "Il Popolo d'Italia"
  • inquadratura di un dettaglio dell'editoriale intitolato: "AUDACIA!"
  • comizio nel cortile di Sant'Ivo alla Sapienza a Roma
  • gli uomini acclamano
  • una donna anziana, in una casa lussuosa, legge le parole di Mussolini a voce alta ad alcuni uomini, tra cui un giovane in divisa, in piedi accanto a lei
  • folla di giovani per la strada della città inneggiano alla guerra agitando il foglio del giornale di Mussolini
  • il bambino piccolo, sorridente, agita la bandierina italiana mentre intorno a lui la gente applaude
  • la folla di uomini acclama e agita il giornale per la strada
  • il nonno e il nipote sono seduti nel vagone di un treno in corsa: il bambino gioca con il fucile mentre il nonno legge "Il Popolo d'Italia"
  • una via di Roma
  • immagini di repertorio mostrano una folla di interventisti mentre manifesta in strada
  • Montecitorio a Roma
  • in sovraimpressione compare più volte la scritta:"Audacia!"
  • il nonno, tornato alle capanne, risponde al neutralista a proposito di come le persone in città hanno reagito alle parole di Mussolini
  • l'uomo prende un fucile e spara un colpo in aria mostrando il modo differente di reagire degli animali intorno
  • su un monumento compare la scritta: "O beati quelli che più hanno perché più potranno dare"
  • immagini di repertorio: folla di interventisti accalcata intorno a delle persone che tengono un comizio nei pressi di un monumento
  • immagini di repertorio: soldati italiani durante la prima guerra mondiale in marcia lungo le strade di confine
  • il fabbro saluta il padre prima di partire per il fronte, convincendolo a rimanere a casa per il bene della famiglia
  • il bambino piccolo mentre dorme
  • il fabbro e il padre si abbracciano
  • il fabbro si allontana salutando la moglie
  • il parroco benedice e saluta i giovani del paese che partono per il fronte
  • il bambino piccolo è sveglio e scende dal letto
  • il piccolo indossa dei pantaloncini laceri e si infila velocemente un paio di scarpe e corre fuori
  • il bambino si ferma davanti all'ingresso dell'officina del padre deserta
  • la madre lo osserva, quindi si copre gli occhi con la mano
  • la donna si accascia vicino al pozzo
  • il bambino raggiunge la donna in lacrime e gli chiede dove si trova il padre
  • la donna risponde che è andato a lavorare lontano, quindi lo prende in braccio e si avvia
  • sulle immagini di repertorio, che mostrano diverse sequenze dei combattimenti durante la prima guerra mondiale, compaiono le scritte: "Carso", "Pogora", "Oslavia", "Monfalcone", "Cave di Seltz", "Trincea delle Frasche"
  • la donna lavora davanti al forno, mentre il bambino gioca seduto in terra
  • si sente un urlo di donna e la madre del bambino accorre, con altre persone, nella capanna accanto
  • il bambino sente commentare alcune delle donne a proposito della morte in guerra del figlio di una anziana signora
  • veduta del casolare di sera
  • il nonno, il bambino e la madre sono seduti intorno al tavolo e iniziano a mangiare la polenta
  • il bambino si rivolge alla madre dicendole di sapere che il padre si trova in guerra
  • il padre del bambino durante un'azione di guerra: mentre taglia del filo spinato sotto il fuoco nemico
  • la madre tiene in braccio il bambino e lo culla
  • la donna abbraccia il bambino
  • sulle immagini di repertorio dei soldati in guerra compare la scritta dell'anno 1916, quindi: "Carso", "S.Michele", "Oppacchiasella", "Doberdo", "Sabotino", "Ortigara"
  • il giovane fidanzato della sorella del fabbro, in divisa da soldato della marina, si rivolge al nonno chiedendo notizie dell'amico
  • delle donne sono riunite in una stanza di una casa altoborghese e cuciono conversando
  • il cognato del fabbro racconta del salvataggio dei soldati serbi da parte degli italiani dal dicembre del 1915 al marzo del 1916
  • le immagini di repertorio mostrano i soldati serbi tratti in salvo da Durazzo a Corfù, a Salonicco dagli italiani
  • immagini (di repertorio?) che mostrano i tentativi di alcuni uomini di salvarsi buttandosi in acqua
  • il giovane finisce i suoi racconti, interrotto dalla visita alla capanna del parroco e del maresciallo
  • il nonno legge una comunicazione del Ministero della guerra
  • il figlio in guerra ha ricevuto una medaglia d'argento al valore
  • sequenza che mostra il fabbro mentre trasporta sulle spalle il tenente ferito
  • immagini di repertorio sulla prima guerra mondiale mentre compaiono in sovraimpressione le scritte: "Pasubio", "Coni Zugna"
  • il bambino osserva il foglio dove è scritta la comunicazione sull'impresa del padre
  • il bambino consegna il foglio al nonno e esce dalla capanna
  • il nonno appende su una parete la comunicazione
  • il bambino parla sottovoce all'orecchio del prete che ridendo lo prende in braccio e si rivolge al nonno dicendogli che il nipote vuole imparare a leggere e a scrivere per comunicare con il padre in guerra
  • il prete e il maresciallo si allontanano
  • scritta dell'anno "1917"
  • soldati in una trincea
  • immagini di repertorio sulla prima guerra mondiale
  • compaiono le scritte: "Castagnevizza", "Vodice", "Timavo", "Monte Santo", "S.Gabriele", "Hermada", "Cortellazzo", "Gorizia"
  • il fabbro è in licenza a casa e si rivolge alla moglie dicendole che la sua divisione si trova adesso in Francia
  • il fabbro mostra alla donna una maglia con un foro causato da una scheggia di granata
  • la donna lo abbraccia piangendo
  • il bambino scrive seduto alla scrivania del parroco che gli sta insegnando a leggere
  • il parroco comunica al bambino l'arrivo del padre
  • il fabbro attende il bambino sull'uscio della capanna
  • il bambino arriva e abbraccia il padre
  • la famiglia si riunisce in casa e il padre abbraccia e bacia il bambino che gli mostra la mano macchiata d'inchiostro
  • il bambino legge al padre alcune righe di un articolo del giornale: "Il Popolo d'Italia" che insulta l'operato del Parlamento
  • il padre abbraccia il bambino, quindi inizia a raccontare di aver combattuto nella stessa trincea con Mussolini
  • veduta notturna di Montecitorio
  • figure scure di uomini intorno al personaggio di Mussolini che proclama la necessità di andare tutti in trincea
  • dietro Montecitorio si alzano verso il cielo colonne di fumo
  • nubi in cielo
  • soldati in una trincea
  • sui disegni che raffigurano fuochi d'artificio o esplosioni di bombe compare la didascalia: "E come l'esercito tedesco alla Marna, il francese a Charleroi, allo Chemin des Dames gli inglesi, a San Quintino gli austriaci...in undici battaglie sull'Isonzo anche noi avemmo la sorte avversa. Ma fermata la fronte sul Piave..."
  • immagini di repertorio mostrano soldati italiani durante la prima guerra mondiale
  • sul muro di una casa di campagna bombardata si legge la scritta: "Tutti eroi! O il Piave o tutti accoppati!"
  • compare la scritta: "Nel novembre 1918"
  • soldati in trincea si consultano
  • i soldati escono dalla trincea all'attacco
  • immagini di repertorio sull'offensiva italiana sul Piave durante la prima guerra mondiale
  • sequenze di repertorio su una battaglia che vede l'affondamento, da parte di aeroplani, di una nave
  • sull'animazione di alcuni fuochi ed esplosioni si compone la scritta: "Vittorio Veneto"
  • immagini di repertorio sulle offensive italiane nel 1918
  • un gruppo di uomini legge un manifesto affisso in una strada accanto all'ingresso di un ufficio delle R.R.Poste: "Comando Supremo 4 novembre 1918 - 3 sera Le nostre truppe hanno occupato Trento e sono sbarcate a Trieste"
  • immagini di repertorio sull'ingresso dei soldati italiani a Trento
  • la campana di una chiesa suona mentre una bandiera tricolore sventola
  • immagini di repertorio sull'arrivo dei soldati italiani a Trieste (?)
  • didascalia: "Il fabbro, che era fra le truppe italiane in Francia, non ebbe la gioia di sapere della vittoria. In una delle ultime azioni ..."
  • il soldato-fabbro viene colpito da una granata sul fronte francese
  • riverso e denudato a terra il fabbro viene messo su una barella dai soldati tedeschi
  • in un ospedale militare il medico tedesco, osservando l'uomo steso su una barella, dice: "Denudato dallo scoppio di una granata...non ha segni di riconoscimento ...choc nervoso ... non parla"
  • il soldato-fabbro italiano viene portato via
  • un soldato scrive qualcosa sulla copertina del fascicolo riguardante il fabbro
  • la moglie del fabbro mentre lavora ad un macchinario che fila
  • il sindaco del paese di origine del fabbro si rivolge a un impiegato chiedendo se era stata avvertita la famiglia
  • mentre le campane del paese suonano a festa, il padre, la moglie e il bambino del fabbro camminano per la campagna, allontanandosi dalle lestre
  • il bambino ha in mano la bandierina dell'Italia
  • i tre arrivano al Municipio ed entrano
  • alcune donne tolgono i vasi di fiori da un balcone ed espongono le bandiere italiane
  • il sindaco ha appena comunicato ai famigliari del fabbro la notizia che è disperso
  • il sindaco si rivolge al bambino
  • la popolazione in strada esulta agitando le bandiere tricolori
  • la gente applaude, affacciandosi alle finestre
  • i familiari del fabbro escono tristi e in lacrime dal Municipio
  • il nonno tiene per mano la nuora e il nipote e insieme tornano alle lestre
  • i tre entrano nella capanna
  • la madre e il bambino piangono sul letto
  • il nonno si rivolge al bambino dicendogli di comportarsi con coraggio, come un uomo
  • l'uomo si rivolge alla nuora dicendole di essere sicuro del ritorno del figlio
  • il volto ispirato del bambino mentre si sentono in sottofondo le parole di Mussolini
  • il bambino esce dalla capanna e appende la bandierina alla porta, quindi cade inginocchiato a piangere
  • FINE PRIMO TEMPO
  • SECONDO TEMPO
  • sul disegno di una vittoria alata compare la scritta: "Le decisioni del dopoguerra"
  • inquadratura di un distintivo militare
  • un gruppo di uomini ascolta la lettura, ad alta voce, lenta e con tono grave, di un articolo -probabilmente di Mussolini- su "Il Popolo d'Italia", riguardante il ritorno dei reduci
  • un reduce, con i pantaloni laceri, si lamenta, insieme ad un compagno del trattamento ricevuto dalle istituzioni al momento del ritorno dalla guerra
  • un altro reduce, seduto a terra, insieme a due compagni, si lamenta della "vittoria mutilata" dell'Italia
  • la moglie del fabbro è seduta nella capanna e il suocero commenta ad alta voce, alla presenza di altre persone, la mancanza di riconoscenza verso i soldati italiani
  • compare la scritta: "PATTO DI LONDRA. ... In caso di una estensione dei possedimenti coloniali francesi e britannici in Africa a spese della Germania, si riconosce all'Italia il diritto di domandare compensi..... nello stesso modo l'Italia riceverà la provincia della Dalmazia..."
  • sulla carta geografica dell'Africa australe compare in sovraimpressione la scritta: "VERSAILLES"
  • sulla carta dell'Africa vengono evidenziate le regioni occupate dall'Inghilterra e dalla Francia
  • la carta della Dalmazia e della Jugoslavia
  • nella capanna del fabbro un giovane reduce e il nonno si lamentano della "vittoria mutilata"
  • inquadrature di alcune pagine de "Il Popolo d'Italia" dove sono pubblicati degli articoli di Mussolini
  • sulle pagine del quotidiano compare la didascalia: "Ed il futuro capo decise di raccogliere in un fascio le forze della nuova Italia"
  • inquadratura di una notizia su "Il Popolo d'Italia" del marzo 1919: "23 marzo Abbiamo sul tavolo un mucchio imponente di adesioni collettive e individuali importantissime per l'Adunata. Le daremo domani."
  • la famiglia del fabbro riceve una lettera della sorella del giovane disperso in cui cerca di rassicurare i familiari sulla possibilità di ritrovare il loro congiunto
  • il fidanzato della sorella del fabbro propone al bambino di partire insieme per Milano, alla ricerca del padre
  • didascalia: "In un ospedale tedesco ... non ha segni di riconoscimento ... choc nervoso ... non parla..."
  • il fabbro è seduto immobile e guarda fisso avanti a sé
  • didascalia: "Lo credono un francese e il buon dottore cerca di risvegliare in lui i sentimenti assopiti."
  • il dottore mostra al soldato inebetito alcune stampe e delle fotografie che ritraggono soldati francesi durante azioni di guerra
  • il giovane con il bambino viaggiano in treno
  • didascalia: "... un giorno..."
  • il fabbro si scuote quando vede una fotografia che ritrae soldati italiani sul Piave
  • i medici tedeschi ripetono più volte, ad alta voce, il nome di "Piave e Montello"
  • il fabbro reagisce quando il medico gli rivolge la domanda se è italiano
  • il medico mette un disco sul grammofono e il fabbro piange commosso quando sente un canto italiano
  • il giovane e il bambino intanto entrano in una casa lussuosa
  • il medico tedesco chiede al fabbro di indicargli sulla carta dell'Italia il paese d'origine
  • il bambino dorme
  • il fabbro bacia la carta dell'Italia
  • un uomo si rivolge al giovane e al bambino assicurandoli che presto avrebbero ritrovato il loro congiunto
  • didascalia: "L'ultimo esperimento del dottore"
  • il dottore chiede a un assistente una diapositiva
  • il giovane e il bambino leggono sul quotidiano: "Il Popolo d'Italia" la notizia dell'Adunata indetta da Mussolini a Milano
  • il fabbro in un ambulatorio insieme al dottore che consegna un negativo all'assistente
  • il giovane e il bambino si avviano, a Milano, verso l'ingresso di un palazzo
  • il medico fa buio nella stanza
  • a Milano molte persone salgono correndo le scale del Palazzo insieme al giovane e al bambino
  • gli uomini entrano in una stanza, mentre il giovane e il bambino restano fuori ma ascoltano le parole di Mussolini
  • volto ispirato del bambino
  • il bambino mentre guarda la fiammella accesa della lucerna nella capanna
  • le parole di Mussolini continuano mentre le immagini mostrano alcuni punti sulla carta dell'Italia
  • il dottore mostra al fabbro un filmato dove viene annunciata la vittoria dell'Italia dopo 41 mesi di guerra
  • il fabbro si alza urlando "Italia"
  • in una stanza alcune persone sfogliano degli album di fotografie di soldati dispersi e ricoverati in ospedali di paesi esteri
  • il bambino riconosce il padre
  • un soldato effettua un controllo, quindi comunica ai familiari che l'uomo è salvo
  • i familiari esultano commossi
  • il bambino racconta al soldato che il padre ha avuto la medaglia al valore
  • una signora anziana abbraccia il bambino
  • la moglie del fabbro è accasciata a terra ed ha un'espressione tristissima
  • il suocero si raccomanda al parroco per avere delle notizie sul figlio
  • un bambino comunica alla donna che c'è una chiamata per lei da Milano
  • la donna legge la comunicazione scritta quindi inizia a correre verso il paese
  • il bambino entra nella cabina telefonica a Milano e inizia a parlare alla madre
  • mentre il bambino sta per comunicare la notizia del ritrovamento del padre i fili dell'elettricità vengono tagliati
  • la madre esce urlando all'impiegato che non riesce più a sentire
  • l'impiegato le dice che le comunicazioni sono interrotte a causa dello sciopero generale
  • la donna si dispera, quindi esce
  • la donna raggiunge stanchissima il suocero e il parroco nella canonica
  • un uomo, in un ufficio della Camera del Lavoro, annuncia per telefono che anche in quella località lo sciopero è riuscito
  • il parroco esce dalla Camera del Lavoro, chiude la porta dietro di sé, estrae un breviario e inizia a leggere, mentre un gruppo di uomini lo osserva
  • il suocero e la nuora arrivano nell'ufficio della Camera del Lavoro dove l'uomo ha appena finito di telefonare e gli si rivolgono in modo ossequioso
  • l'uomo fa loro notare un cartello, alla parete, dove si legge: "E' vietato togliersi il cappello ed usare parole signorili"
  • l'uomo nega all'anziano la possibilità di telefonare a Milano
  • l'anziano punta il fucile contro i tre uomini e li minaccia ordinando loro di telefonare subito alla figlia a Milano
  • l'uomo inizia a telefonare
  • a Milano una folla di uomini urla in strada
  • il giovane e il bambino entrano in una trattoria e i gestori salutano calorosamente il loro ex compagno durante la guerra
  • i tre uomini si raccontano le loro vicende nel dopoguerra; tutti e tre sono iscritti ai Fasci di combattimento
  • un gruppo di uomini entra nella trattoria intimando ai proprietari di chiudere per lo sciopero generale
  • si scatena una rissa
  • il locale viene incendiato
  • in una casa lussuosa dove i ricchi proprietari sono preoccupati per lo sciopero generale, squilla il telefono
  • la chiamata è per la sorella del fabbro, cameriera al servizio della ricca famiglia
  • nel paese, intanto, il parroco respinge il gruppo di uomini che tenta di entrare nella sede della Camera di Commercio
  • il parroco minaccia di parlare in latino e gli uomini si dileguano
  • la moglie del fabbro si affaccia alla finestra e urla al parroco la notizia del ritorno del marito
  • l'anziano, con il fucile in spalla, si rivolge agli uomini ancora impauriti prospettando loro l'ascesa di Mussolini alle prossime elezioni
  • momenti di due comizi elettorali: nel primo, l'oratore chiede di votare "rosso", nel secondo "nero"
  • un uomo in una osteria, consegna delle schede ad alcuni presenti e mezzo biglietto da dieci lire. L'altra metà l'avranno dopo le votazioni
  • gli uomini votano inserendo le schede nelle urne, quindi vanno all'osteria e prendono la metà mancante della banconota
  • un anziano sorride mentre unisce i due pezzi della banconota
  • l'oste lava i bicchieri contento
  • didascalia: "I risultati di quelle elezioni"
  • folla di gente che manifesta
  • immagini di repertorio che mostrano disordini durante gli scioperi del "biennio rosso"
  • due colonne che riportano una la scritta "Lavoratori" e l'altra "Datori di lavoro" crollano
  • seguono delle fotografie che mostrano fabbriche e cantieri deserti per gli scioperi di quegli anni
  • le immagini, alcune di repertorio, mostrano camicie nere mobilitate nelle fabbriche, sui treni e nei porti
  • didascalia: "... e la rivoluzione fu consacrata dal sangue dei martiri"
  • le immagini scorrono sui cadaveri di uomini in camicia nera con la bandiera tricolore sul corpo
  • TERZO TEMPO
  • "LA RICOSTRUZIONE"
  • didascalia: " Nelle contese tra capitale e lavoro al vecchio sindacalismo ..."
  • le due colonne con le scritte "Lavoratori" e "Datori di lavoro" sono ricostruite
  • le due colonne crollano
  • didascalia: "... si sostituì l'autorità dello stato"
  • didascalia: "Lo stato Fascista"
  • le due colonne sono ricostruite e su di loro poggia un'architrave con la scritta: "Corporazione"
  • didascalia: "Il vecchio sistema elettorale ...."
  • vengono riproposte le immagini dei comizi "rosso" e "nero" e la sequenza dell'uomo che consegna le mezze banconote da dieci lire
  • didascalia: "... fu sostituito dai plebisciti del popolo"
  • sui manifesti con l'immagini di Mussolini e la scritta "Comizi plebiscitari" compaiono in sovraimpressione una serie di "SI"
  • didascalia: "L'organizzazione del paese."
  • sopra le vedute di un paesaggio di campagna si legge la scritta: "Bisogna curare la razza e cominciare dalla maternità e dalla infanzia. Mussolini"
  • immagini di repertorio che mostrano tanti bambini nei lettini e nelle culle di un asilo nido, assistiti da infermiere specializzate
  • inquadrature dei bambini
  • le infermiere passeggiano nel giardino di una villa con i bambini
  • didascalia: "per i fanciulli"
  • dei bambini giocano a morra in strada
  • arriva un giovane che li convince a smettere e li porta via dalla strada
  • folla di bambini in marcia
  • in un grande parco viene insegnato ai bambini a marciare al passo
  • bambini in divisa da balilla mentre marciano
  • reparti di balilla marciano davanti all'ingresso di un dopolavoro dove un gruppo di uomini esegue il saluto fascista al loro passaggio
  • didascalia: "Per gli operai il dopolavoro"
  • lavoratori riuniti in una grande stanza cantano tutti in piedi
  • giocatori di scherma durante una partita
  • immagini di repertorio:
  • in un grande stadio sono schierati molti uomini che eseguono degli esercizi
  • didascalia: "Le organizzazioni femminili"
  • immagini di repertorio:
  • giovani italiane mentre tirano con l'arco
  • giovani italiane mentre cuciono a macchina, rammendano e svolgono lavori di taglio
  • giovani italiane mentre cucinano
  • un gruppo di giovani con i bambini piccoli
  • giovani italiane marciano in uno stadio
  • didascalia: "La chiesa cattolica comprende la missione riservata al governo Fascista e un grande avvenimento si compie
  • immagini di repertorio:
  • Piazza San Pietro a Roma gremita di folla
  • Pio XI saluta dal balcone
  • la folla esulta
  • il parroco del paese laziale esulta con la perpetua accanto, riparandosi con l'ombrello dalla pioggia
  • immagini di repertorio: veduta notturna della basilica di San Pietro illuminata a festa con la piazza gremita di folla
  • didascalia: "Intanto i lavori per la ricostruzione di quello che la guerra aveva distrutto davano al mondo l'illusione di un benessere eccessivo e duraturo. Nuove fortune erano state create su basi fragili."
  • un uomo arriva in casa, mentre i suoi familiari sono a tavola e, con una specie di fez in testa e dei tappeti sulla spalla, annuncia loro di aver venduto sei tappeti
  • l'uomo si siede a tavola e ascolta un commensale che annuncia l'intenzione di aprire una fabbrica di [.....]
  • modellino di un complesso industriale dal quale escono automobili e in sovraimpressione mazzi di banconote e la scritta: "Titoli industriali"
  • commensali intorno a una tavola commentano l'aumento della produzione delle automobili
  • banconote scorrono sul modellino della fabbrica di automobili
  • in un lussuoso salone molte persone sono riunite a mangiare intorno a una lunga tavola, mentre in un angolo dei musicisti suonano
  • i commensali si alzano da tavola
  • la sorella del fabbro bacia un neonato che una donna tiene in braccio mentre il giovane (forse adesso è il marito) osserva il piccolo
  • l'insegna luminosa di un locale notturno
  • la coppia si trova nella trattoria dei due vecchi commilitoni del giovane
  • la donna commenta con meraviglia la lussiosità del locale
  • molte persone entrano nella "trattoria" chiamata "Roger"
  • la coppia è seduta a uno dei tavoli e ascolta il racconto di uno dei gestori
  • veduta del locale sul quale scorrono in sovraimpressione immagini di spettacoli notturni, balletti, feste
  • didascalia: "Ma [...] nel mondo quel periodo di benessere fittizio, come era avvenuto dopo le guerre napoleoniche, cominciò il ritorno alla normalità che fu chiamato..."
  • i commensali intorno alla tavolata lussuosa
  • sul modellino dell'impianto industriale di automobili non scorrono più le banconote
  • il mercante di tappeti seduto a tavola con i familiari
  • i due gestori del locale "Roger" entrano nella casa del loro amico dove si trovano anche la moglie e la figlia e gli annunciano la chiusura del loro locale
  • il giovane prova a convincere la donna a tornare a vivere in campagna per coltivare la terra
  • la donna si oppone all'idea di tornare a vivere nelle paludi
  • la donna propone di partire per l'estero
  • in un ufficio il fabbro con il padre ascoltano un impiegato che annuncia loro di avergli trovato lavoro nelle ferrovie sulla direttissima Roma-Firenze
  • il padre prende un foglio e indicando una foto di Mussolini alla parete legge una sua dichiarazione secondo la quale entro dieci anni l'Italia sarebbe stata irriconoscibile
  • il padre dichiara, dunque, di non voler partire e di voler aspettare nella sua terra
  • didascalia: "All'estero"
  • la sorella del fabbro con il marito, la bambina, e i due ex gestori del locale sono riuniti in una povera stanza e constatano la mancanza di lavoro e l'impossibilità di partire per un altro posto con la bambina malata
  • il fabbro lavora in un cantiere
  • nella povera stanza, all'estero, la bambina malata è stesa nel letto, assistita dalla madre, mentre il padre parla con i compagni
  • uno degli uomini consiglia al padre di portare la bambina in Italia dove potrà essere curata nelle colonie marine
  • la madre piange sul letto dove è stesa la bambina
  • immagini di repertorio:
  • in una colonia marina i ragazzi corrono in spiaggia verso il mare
  • didascalia: "A Tunisi"
  • il gruppo di italiani emigrato a Tunisi entra in un ufficio dove si trovano molti locali seduti in attesa
  • il giovane marito della donna si rivolge a un impiegato chiedendo se c'è possibilità di lavoro
  • l'uomo gli indica un cartello con scritte le tariffe
  • l'uomo legge ad alta voce le tariffe: "Francesi 30 franchi, Italiani 15, neri 10"
  • uno degli italiani si volta con rabbia verso l'impiegato, ma viene fermato dal compagno
  • la donna è appoggiata ad una parete con espressione triste
  • l'impiegato consiglia agli italiani di naturalizzarsi francesi, ma gli italiani rifiutano
  • dei bambini giocano su una giostra
  • immagini di repertorio:
  • giovani italiane in divisa durante un saggio in uno stadio
  • didascalia: "Dovunque erano travolti dalla fiumana dei disoccupati"
  • gruppi di uomini disoccupati camminano per la strada
  • su un cartello in inglese si chiede del lavoro
  • didascalia: "E il fenomeno si inaspriva per la strana forma che prendeva l'Europa. Le barriere doganali che si innalzavano fino a togliere aria e respiro"
  • animazione che mostra l'innalzarsi di mura alte ai confini delle nazioni europee su una carta geografica dell'Europa
  • su una fiamma accesa si legge la scritta: "... O si realizza l'unità europea sul terreno della ricostruzione economica o la civiltà europea è condannata a spegnersi.... Mussolini"
  • didascalia: "La situazione economica è aggravata da quella politica"
  • sequenza che mostra due soldati al confine tra Francia e Germania: il soldato tedesco si lamenta con quello francese dicendo di non avere colpa per quanto accaduto con la prima guerra mondiale
  • immagini di repertorio:
  • folle enormi accalcate in piazza (forse piazza Venezia a Roma) che ascoltano i discorsi di Mussolini
  • didascalia: "E mentre in tutto il mondo..."
  • folle di disoccupati in marcia
  • su un pilone di marmo è scritto: "In 10 anni 37 miliardi di lavori pubblici"
  • compare in sovraimpressione: "Per i lavoratori d'Italia"
  • su un disegno che raffigura palazzi compaiono le scritte: "Edilizia statale e pubblici edifici"
  • immagini di repertorio:
  • vedute di palazzi e nuovi edifici in diverse città
  • in sovraimpressione: "11 mila nuove aule scolastiche in 2774 comuni"
  • dei bambini escono da una scuola e, passando di fronte a un busto, eseguono il saluto fascista
  • vedute di palazzi ed edifici in diverse città
  • scritta in sovraimpressione: "6 mila case popolari ospitano 215 mila persone"
  • le immagini di repertorio scorrono sui nuovi quartieri popolari costruiti durante il regime fascista in diverse città italiane
  • inquadrature di alcuni edifici
  • un edificio in costruzione
  • su un abitato terremotato compare in sovraimpressione la scritta: "Ricostruire paesi terremotati"
  • operai al lavoro in un paese terremotato
  • un cantiere di lavoro edile con scritta in sovraimpressione: "3131 fabbricati economici e popolari"
  • vedute di nuovi quartieri e palazzi in diverse città
  • scritta in sovraimpressione: "1700 alloggi"
  • altra scritta: "94 edifici pubblici", "6400 case riparate"
  • le immagini scorrono su vedute di città italiane
  • sul disegno di un acquedotto scritta: "acquedotti e opere igieniche"
  • vedute di edifici, sedi di ospedali
  • sulle vedute di alcuni acquedotti in diverse località italiane, scritta in sovraimpressione: "10 milioni di abitanti in 2193 comuni hanno avuto assicurata l'acqua"
  • sul disegno di un'onda di un fiume scritta: "Per arginare i fiumi e difendere le campagne dalle inondazioni"
  • vedute del letto di un fiume
  • scritta: "4500 Km. di sistemazioni idrauliche e arginature"
  • operai impegnati nel lavoro di costruzione degli argini di un fiume
  • veduta del "Canale Navicelli"
  • particolare della Torre di Pisa
  • un monumento
  • vedute di una serie di ponti e di cavalcavia in diverse località italiane
  • l'ingresso del Ministero della Marina a Roma
  • veduta del Ministero della Marina a Roma
  • l'ingresso del Ministero dell'Aeronautica
  • il Palazzo di Giustizia a Roma
  • le immagini di repertorio scorrono sui lavori di risestemazione urbanistica a Roma durante il regime fascista
  • il reperto archeologico di un'antica nave in un hangar
  • vagoni ferroviari in una stazione
  • operai al lavoro
  • la stazione di Milano (?)
  • vedute di altre stazioni ferroviarie
  • un monumento equestre
  • vedute di alcune dighe
  • scritta in sovraimpressione: "Per il carbone bianco nel 1922: 54 laghi montani artificiali. Oggi: 184"
  • le immagini di repertorio scorrono su una serie di impianti di produzione di energia idroelettrica in diverse località italiane
  • veduta degli impianti di "Orco"
  • veduta degli impianti di "Toce"
  • la diga di "Tirso"
  • gli impianti di "Coghinas"
  • sulle immagini di impianti idroelettrici: "Aumentati 6 milioni 665 mila K.W.O. e 17 mila Km. di linee"
  • tralicci di impianti idroelettrici
  • scritta: "Nel 1932 2048 Km. di ferrovie elettrificate e 600 mila tonnellate di carbone risparmiato"
  • le immagini di repertorio scorrono sulle linee ferroviarie italiane percorse dai treni elettrificati
  • scritta: "Nel 1944 6415 Km. di ferrovie saranno elettrificate e saranno risparmiate 1 milione e 850 mila tonnellate di carbone"
  • veduta di una strada da un veicolo in corsa
  • scritta in sovraimpressione: "Costruiti 6 mila Km. di strade statali provinciali e comunali"
  • il castello di Miramare
  • un'automobile percorre la strada che da Trieste porta in Iugoslavia
  • vedute della costa sul Mar Adriatico
  • la cupola della Mole Antonelliana
  • una guglia del Duomo di Milano
  • scritta in sovraimpressione: "436 Km. di autostrade"
  • un cartello indica la direzione per Bergamo e, all'opposto, per Brescia
  • un'autostrada attraversa un paesaggio innevato
  • un cartello stradale indica la direzione per la Como-Chiasso
  • veduta di Firenze
  • vedute di tratti stradali italiani con inquadrature di alcuni monumenti
  • spiaggi con stabilimenti balneari
  • un'auto in corsa percorre altri tratti stradali
  • veduta panoramica di un tratto di costa
  • la ruota del veicolo in corsa
  • sul disegno di alcune navi stilizzate compare la scritta: "I PORTI"
  • le immagini di repertorio scorrono sui meccanismi e gli ingranaggi in funzione in un cantiere
  • vedute di impianti cantieristici
  • operai al lavoro su moli e porti in costruzione o in ampliamento
  • navi e impianti con attrezzature industriali in diversi porti italiani
  • sulla veduta di un molo compare la scritta: "Costruiti 27 Km. di moli Foranei"
  • seguono le vedute di numerosi moli in diverse località
  • sulla veduta di un porto e su quella di operai al lavoro compare la scritta: "36 Km. di calate per l'attraccaggio dei piroscafi"
  • vedute di un porto con la scritta in sovraimpressione: "Gli specchi d'acqua dei nostri porti aumentati di 6 milioni 800 mila metri quadrati"
  • il golfo di Napoli e il porto
  • vedute del "Bacino Mussolini"
  • il varo di una nave
  • momenti del varo di diverse navi: "Incrociatore Zara", "Alberto da Giussano", "Narvalo"
  • il sottomarino Narvalo in corsa in mare aperto
  • bandierine tricolori sventolano con lo stemma dei Savoia al centro
  • didascalia: "E un giorno il vecchio vide iniziarsi il miracolo: le acque stagnanti furono raccolte in canali e immesse nel mare."
  • vedute di alcuni canali di bonifica
  • l'anziano si allontana dalla lestra con un carro carico di mobilia e masserizie
  • la targa dell' "ONC"
  • una casa colonica
  • lestre nei pressi di un fiume
  • il paesaggio muta e al posto delle lestre si vedono una chiesa e delle case
  • didascalia: "La pianura cominciò a costellarsi di casette"
  • contadini al lavoro nei campi
  • il fabbro con la moglie e un altro bambino piccolo arriva all'ingresso della nuova casa colonica e saluta il l'anziano padre
  • l'anziano mostra la casa e la campagna circostante ai familiari
  • didascalia: "La terra che non aveva mai veduto il sole divenne feconda"
  • le immagini di repertorio scorrono sui lavori di bonifica in atto nelle palude pontine
  • contadini alla guida di trattori e di altri macchinari lavorano in un vasto campo
  • il fabbro alla guida di un trattore
  • serie di aratri meccanici in funzione nei campi
  • didascalia: "Nasce Littoria"
  • il fabbro lavora su un traliccio
  • operai edili impegnati nella costruzione di un edificio
  • folla di gente tra alcuni edifici in costruzione
  • didascalia: "Il ritorno degli emigranti nel decennale"
  • colonna di pullmann si ferma nei pressi di un edificio in costruzione
  • da un autobus scendono la sorella del fabbro con il marito e un altro uomo
  • i tre si guardano intorno con espressioni ammirate
  • immagini di repertorio che mostrano gli edifici e i palazzi della futura Latina in costruzione
  • i tre si guardano intorno
  • arriva il padre della donna e i due si abbracciano
  • la donna riabbraccia la sua bambina
  • didascalia: "E trovarono il paese inquadrato e in ordine"
  • immagini di repertorio:
  • un numeroso gruppo di piccole italiane canta "Giovinezza"
  • immagini di una manifestazione del regime fascista a piazza Venezia a Roma, di fronte al Vittoriano
  • momenti della parata di alcune formazioni fasciste giovanili di fronte alla tribuna dove si trova Mussolini
  • battaglioni di formazioni fasciste marciano percorrendo una via
  • didascalia: "Torino"
  • folla in una piazza di Torino che acclama il "Duce"
  • "Milano"
  • folla che acclama il "Duce"
  • "Monza"
  • la folla inneggia a Mussolini
  • a Brescia la folla acclama Mussolini
  • ad Ancona la folla inneggia al "Duce"
  • a Forlì la folla acclama il "Duce"
  • vedute di gruppi di camicie nere tra la folla
  • didascalia: "Roma via dell'Impero"
  • una parata di regime lungo via dei Fori Imperiali a Roma
  • il fabbro con il cognato acclamano, tra la folla
  • momenti della parata militare a Roma
  • Umberto di Savoia passa in rassegna battaglione di camicie nere
  • ingresso della sede della "Mostra della rivoluzione fascista"
  • il fabbro e la moglie all'ingresso della Mostra
  • nell'atrio della sede della mostra su una parete si legge: "Nel nome di Dio e dell'Italia = giuro di eseguire senza discutere gli ordini del duce e di servire con tutte le mie forze e se è necessario col mio sangue la causa della rivoluzione fascista"
  • il "Sacrario dei martiri"
  • l'interno del sacrario: stanza circolare con una grande croce al centro e con la scritta ripetuta ovunque: "Presente"
  • sulle immagini delle paludi pontine compare la scritta: "1914 nelle Paludi Pontine ... le famiglie vivevano nelle lestre"
  • didascalia: "Dicembre 1932"
  • inquadrature di diversi edifici pubblici e di case coloniche appena ultimate nella zona dell'agro pontino
  • a Littoria la folla è riunita in un vasto piazzale
  • da un balcone il fabbro e i suoi familiari applaudono
  • in cima alla torre campanaria e dell'orologio una camicia nera innalza una bandiera tricolore
  • la folla acclama
  • vengono riproposte alcune sequenze che mostrano il figlio del fabbro durante il momento doloroso in cui pensava di aver perduto il padre
  • il bambino in divisa da balilla mentre agita una bandierina tricolore
  • il bambino, diventato ragazzo, in camicia nera, sorride dopo aver innalzato la bandiera tricolore
  • i genitori del ragazzo applaudono
  • momenti del discorso inaugurale della città di Littoria da parte di Mussolini che fa anche il punto sulla "prima battaglia vinta" circa la bonifica dell'agro pontino
  • mentre Mussolini parla al microfono alla folla viene mostrato l'ingresso di Borgo Grappa
  • l'ingresso di Borgo Carso
  • Borgo Isonzo
  • Borgo Piave
  • Mussolini durante il discorso
  • la gente applaude
  • Mussolini durante il discorso
  • inquadrature dei volti dei protagonisti della vicenda
  • Mussolini elenca i prossimi obiettivi in merito alla bonifica
  • alla proclamazione di ogni data prevista per l'inaugurazione dei nuovi comuni laziali la folla acclama
  • fasi del discorso di Mussolini
  • aratri meccanici in funzione in un campo, durante il comizio di Mussolini
  • immagini di repertorio: folla in una grande piazza
  • formazioni militari e fasciste marciano
  • le immagini scorrono sulle unità navali da guerra della flotta militare italiana
  • aeroplani allineati in un campo
  • gruppo di bandiere tricolori, alcune con lo stemma sabaudo al centro, sventolanti
  • momenti del discorso di Mussolini a Littoria
  • sulla carta dell'Italia viene evidenziata la località in cui sorge la nuova città di Littoria
  • in sovraimpressione immagini di gagliardetti e fasci littori
  • la foto di Mussolini in divisa fascista seduto
  • un fascio littorio in sovraimpressione su una marcia di camicie nere
  • aratri in funzione nei campi
  • il disegno di un fascio littorio
  • la scritta: "FINE"
  • Marroni, Enrico
  • Pilotto, Camillo
  • Mari, Febo
  • Ninchi, Carlo
Top