Istituto Nazionale Luce

Cicli e motori. VII Gran Premio ciclomotoristico delle nazioni

data: 1956

durata: 18'20''

colore: b/n

sonoro: sonoro

codice filmato: D060306


Le tappe, attraverso l'Italia centrale e meridionale, della gara ciclomotoristica delle Nazioni, giunta alla sua settima edizione e vinta da Ockers.

  • lingua: italiana
  • nazionalità: italiana
  • Casa di produzione: Istituto Nazionale Luce
  • fotografia : Filippini, Rino
  • fotografia : Bartoli, Libio
  • fotografia : Colò, Cesare
  • organizzazione : Bongiovanni, Lello
  • organizzazione : De Bellis, Paolo V.
  • montaggio : Verdejo, Alberto
  • Bertocco, Natale
  • Folla di gente in piazza Augusto Imperatore a Roma per i preparativi del giro ciclomotoristico della Nazioni
  • la preparazione delle biciclette; le biciclette vengono provviste del cartellino con il numero di gara
  • gente si raccoglie attorno alle "Gilera 150 Sport" parcheggiate davanti al mausoleo
  • Fiorenzo Magni controlla la sua bicicletta
  • le gilera parcheggiate
  • folla di gente nella piazza per assistere ai preparativi della gara organizzata dal "Corriere dello Sport"
  • sei campioni del mondo tra i quali Ockers, Ranucci, Messina, De Rossi, Filippi, Ciancola con Fiorenzo Magni salgono la sclinata dell'Altare della Patria per rendere omaggio al Milite Ignoto
  • pubblico in piazza del Campidoglio per assistere alla partenza
  • la sfilata dei ciclisti e dei motociclisti per le vie del centro storico di Roma
  • veduta, dal Pincio, di piazza del Popolo
  • un gruppo di spettatori raccolto su Ponte Flaminio
  • il via della gara, su Ponte Flaminio, alle 9.00 di Mercoledì 25 aprile 1956
  • quattro ciclisti fra cui Ockers e Magni corrono in testa
  • la colonna dei ciclisti, seguita dalle ammiraglie, affronta il primo tratto del percorso di gara
  • Nencini, con il n. 44, riparte dopo aver forato
  • Girardengo, con il n. 6, soccorre un compagno
  • i ciclisti giungono in un centro abitato
  • folla di cittadini assiste al passaggio dei ciclisti
  • il n. 42, Vincenzo Zucconelli, colto durante la corsa
  • Zucconelli, inseguito da Ranucci, Gaul, Dupon affronta la salita del monte Somme
  • Zucconelli in testa sul monte Somme
  • i ciclisti corrono verso Spoleto sull'asfalto bagnato
  • i motociclisti allenatori attendono l'arrivo dei ciclisti a Spoleto; il motociclista, con il n. 42, parte per primo all'arrivo di Zucconelli
  • Gaul e Ranucci giungono dietro Zucconelli
  • Zucconelli, agganciatosi al motociclista, corre verso il traguardo seguito dagli altri ciclomotoristi
  • l'arrivo dei campioni al tragurado di Spoleto sotto la pioggia
  • spettatori ai margini di una strada di Spoleto
  • il vincitore della tappa: Zucconelli
  • spettatori in tribuna seguono la gara
  • il plotone dei ciclisti riparte dalla storica città umbra sotto la pioggia battente alla volta di Perugia
  • Vincenzo Zucconelli, con la maglia giallo-rossa, corre a fianco di un gruppo di compagni
  • un terzetto in fuga: Graf, Coletto e Martini
  • il passaggio dei ciclisti su un ponte
  • un tifoso, arrampicatosi su un albero, incita i ciclisti
  • i ciclisti accompagnati, seguiti dai motociclisti allenatori corrono verso Perugia
  • il motociclista, con il n. 2, agganciato il ciclista Ockers, corre verso il traguardo perugino
  • il duo fiammingo, con il n. 2, taglia il traguardo
  • il vincitore della tappa, il belga Ockers, circondato dai sostenitori
  • Luciano Rispoli fa la radiocronaca del premio a bordo di un'automobile Rai
  • il plotone dei ciclisti procede, durante la seconda giornata del premio, lungo il settore Perugia-Terni
  • un gruppo di bambini, sul ciglio di una strada, saluta i ciclisti al loro passaggio
  • la scalata verso Todi sulla via Tiberina
  • il lussemburghese Gaul è in testa, inseguito dappresso da Monti
  • i due ciclisti Gaul e Monti colti durante la loro scalata solitaria verso Todi
  • Gaul entra a Todi tra gli applausi del pubblico
  • un quartetto di ciclisti discende veloce verso Terni
  • il plotone dei ciclisti corre lungo le vie affollate di Terni
  • l'entrata dei ciclisti nel velodromo di Terni
  • la volata di Magni che taglia per primo il traguardo
  • Fiorenzo Magni, vincitore della tappa ternana, fa il giro del velodromo, tenendo in mano un omaggio floreale
  • inquadratura di Magni tra i suoi sostenitori
  • la marcia rirprende verso L'Aquila lungo la salita delle Marmore
  • veduta dello stabilimento "Papigno" con i suoi altiforni
  • i ciclisti giungono a Piediluco
  • veduta del lago di Piediluco
  • l'arrivo dei corridori a Rieti
  • un gruppo di ciclisti all'inseguimento del quartetto in testa
  • i ciclisti raggiungono Sella di Corno
  • un ciclista, dopo aver riparato la gomma, riparte spinto da un meccanico della squadra
  • De Rick, Filippi e Monti all'inseguimento dei compagni dopo aver forato
  • il plotone dei ciclisti corre verso L'Aquila
  • il suddetto trio tenta di riagganciare il gruppo in testa
  • veduta de L'Aquila verso cui salgono i corridori
  • i ciclisti fanno il loro ingresso sulla pista del velodromo della città
  • la volata finale verso lo striscione del traguardo
  • Guido Messina, vincitore della tappa, si gode il successo ottenuto
  • il gruppo montuoso del Gran Sasso innevato
  • i corridori arrancano sulla ripida strada panoramica verso Ovindoli e Rocca di Mezzo nella terza giornata di gara
  • il plotone dei ciclisti ripreso da un'auto in corsa
  • il cartello stradale di Avezzano
  • la fuga di Coletto davanti a Martini, De Rossi, Baffi e Crippa attraverso l'abitato di Avezzano
  • il plotone dei ciclisti passa tra ali di folla in un viale di Avezzano
  • un fianco terrazzato del monte Salviano
  • un cartello indica i lavori di "sistemazione idraulico-forestale" sul monte, finanziati dalla "Cassa per il Mezzogiono"; "concessionario": l'Ente Fucino
  • i ciclisti colti lungo la strada segnata dal suddetto cartello
  • il torinese Coletto corre davanti allo svizzero Graf
  • l'arrivo dei ciclisti, salutati dagli abitanti del luogo, in cima al monte
  • i ciclisti scendono verso la valle del Liri lungo un'ampia strada in discesa
  • un gruppo di gente, raccolto ai margini della strada, saluta i ciclisti al loro passaggio
  • veduta di un ponte
  • il cartello stradale di Sora
  • quattro ciclisti in fuga verso Sora: Zucconelli, Grosso, De Santis e Rosseel
  • i tre inseguitori, Cainero, Maule e Martini, entrano a Sora tra ali di folla
  • l'arrivo del plotone dei ciclisti a Sora
  • una giovane spettatrice saluta
  • bambini e monaci seguono la gara nei pressi di Isola del Liri
  • cinque corridori fuggono verso Frosinone
  • lo svizzero Graf taglia per primo il traguardo a Frosinone, battendo Rosseel, Fabbri, Moser, Gaul
  • Graf, dopo la vittoria, bacia un membro della squadra
  • il plotone dei ciclisti sulle strade del settore Frosinone-Fiuggi
  • l'incontro con i motociclisti lungo il percorso per l'operazione di agganciamento
  • un'ammiraglia sfreccia dietro i ciclisti
  • il motociclista, con il n. 14, traina il suo compagno ciclista
  • la corsa del n. 8 dietro motore, probabilmente si tratta del ciclista Monti
  • in testa il duo con il n. 2 seguito dai n. 8 e 14
  • l'arrivo di Ockers nella piazza di Fiuggi città
  • il vincitore Ockers applaudito dopo la vittoria della tappa
  • il prefetto di Frosinone Chiaromonte si complimenta con Ockers
  • i ciclisti ripartono alla volta di Caserta
  • il plotone sulla strada verso Caserta
  • la fuga di tre ciclisti sulla via Casilina
  • un'infrastruttura idraulica sulla via Casilina di nuova costruzione
  • i tre in fuga verso Caserta
  • l'automobile della Rai segue i ciclisti
  • i tre fuggitivi
  • il gruppo li insegue
  • l'abbazia di Montecassino; ai piedi del monte l'abitato di Cassino attraversato dai ciclisti
  • il gruppo procede sulla strada per Caserta tra ali di spettatori
  • il cartello stradale con l'indicazione "Caserta"
  • il terzetto in testa corre lungo l'ampio viale Carlo III a Caserta
  • ciclisti e motociclisti gareggiano lungo il viale alberato
  • l'arrivo al traguardo del ciclista Gauthier - o Gautier - [grafia basata sull'ascolto]
  • il duo ciclomotoristico, con il n. 7, taglia il traguardo
  • il gruppo dei ciclisti passa davanti alla reggia di Caserta
  • i ciclisti si rincorrono lungo un viale alberato
  • la fuga di due ciclisti, Cainero e De Bruyne, verso Napoli
  • i due entrano a Napoli
  • i due corrono in testa per le strade di Napoli
  • l'operazione di agganciamento davanti ad una tribuna di spettatori plaudenti lungo via Caracciolo
  • la corsa su via Caracciolo tra ali di folla
  • Ockers e Monti passano in testa
  • un terzetto all'inseguimento su via Caracciolo
  • Ockers, con il n. 2, agganciato al suo compagno motociclista, corre in testa
  • Monti lo segue
  • i due, seguiti dal resto del gruppo, corrono verso il traguardo di Napoli
  • lo striscione dell'arrivo
  • Ockers giunge primo tra gli applausi del pubblico
  • un uomo si complimenta con il vincitore Ockers in maglia giallo-rossa
  • i corridori ripartono da Napoli
  • il plotone procede in discesa
  • i ciclisti si allontanano da un centro urbano
  • il cartello stradale del "Lago di Patria"
  • il passaggio dei ciclisti sul ponte che attraversa il lago
  • il francese Dupon, sporco di fango, si prepara a ripartire dopo un caduta
  • i ciclisti attraversano un ponte sulla via Domiziana
  • il motociclista allenatore di Ockers, Van der Brekel [grafia basata sull'ascolto], attende il ciclista presso Borgo San Michele
  • il momento dell'agganciamento lungo la strada per Latina
  • l'arrivo dei ciclisti e dei loro compagni motociclisti a Latina: in testa corre Ockers, preceduto dall'allenatore in motocicletta, e seguito dagli altri corridori
  • la competizione per le vie di Latina affollate di gente
  • Ockers taglia per primo il traguardo di Latina
  • i ciclisti ripartono per l'ultima tappa verso Roma
  • il passaggio dei corridori, fra cui Monti, per le strade di Albano tra gli applausi del pubblico
  • i ciclisti affrontano la discesa delle Frattocchie
  • la pedalata del n.30
  • un cartello stradale indica la direzione per "Roma-Porta San Sebastiano"
  • l'arrivo dei ciclisti presso Porta San Sebastiano
  • il gruppo dei ciclisti, in testa, passa attraverso le Mura Aureliane
  • la corsa per i viali lungo le Terme di Caracalla e per i viali ai piedi del Palatino sotto la pioggia
  • Monti e Ockers in testa si contendono il premio
  • i ciclisti corrono per le vie di Roma allagate, piene di pozze d'acqua
  • Ockers, con il n. 2, procede in testa al gruppo formato da Monti, Albani, Coletto, Nencini, Messina, Fabbri, Maule e Gaul
  • un uomo mostra un cartello con la scritta "Ultimo giro"
  • Ockers seguito da Monti compie l'ultimo giro
  • il passaggio presso le rovine delle Terme di Caracalla degli altri ciclisti
  • Ockers arriva primo tra l'entusiasmo del pubblico
  • l'arrivo di un altro ciclista
  • un'elegante signora, sporgendosi da una tribuna, bacia il vincitore durante la cerimonia di premiazione
  • la lupa capitolina e il pedale d'oro de "Il Tempo" sono di Ockers che, applaudito, solleva il mazzo di fiori ricevuto
  • un tavolo su cui è esposta una coppa d'argento
  • il ministro Campilli consegna la coppa a Bruno Monti in una stanza di rappresentanza
  • la stretta di mano tra i due
  • il dialogo tra i due
  • la stretta di mano tra il ministro e l'editore del "Corriere dello Sport" Gino Guadagni
  • Monti, con la coppa in mano, lascia la sede del comitato per i ministri per il Mezzogiorno
  • Bruno Monti pedala sulla sua bicicletta agganciata alla Gilera del motociclista Mario Gentili.
Top