Antologia della canzone napoletana

Co-produzioni Luce

Musica, musicanti: nasce la sceneggiata - V puntata

data: 1992

durata: 26'15''

colore: colore

sonoro: sonoro

codice filmato: D059801


Quinta puntata della serie intitolata alla canzone napoletana con immagini tratte da film e materiale di repertorio Luce e Rai.

  • lingua: italiana
  • nazionalità: italiana
  • autore : Borgna, Gianni
  • autore : Vivarelli, Piero
  • ideazione : D'Amico, Luigi Filippo
  • testo : Borgna, Gianni
  • voce : Bideri, Marioletta
  • cantante : Buonuomo, Enrico
  • cantante : Stella, Valentina
  • cantante : Merola, Mario
  • cantante : Fierro, Aurelio
  • cantante : Maggio, Dante
  • cantante : Mina
  • cantante : Murolo, Roberto
  • cantante : Rondinella, Giacomo
  • cantante : Gallo, Nunzio
  • cantante : Centi, Sergio
  • cantante : Cigliano, Fausto
  • realizzazione : Vivarelli, Piero
  • montaggio : Millefiorini, Maurizio
  • ricerche : Giarrizzo, Valeria
  • aiuto regista : Giarrizzo, Valeria
  • coordinamento ricerche : Carrone, Daniele
  • fonico del mixer : Di Iacovo, Uberto
  • Copyright : MITO Film S.R.L.
  • Copyright : Istituto Luce Italnoleggio cinematografico
  • Immagini della marcia su Roma tratte dal documentario Luce " A noi":
  • ingresso di una sede del "Partito Nazionale Fascista / Corporazioni Nazionali del Lavoro"
  • camicie nere all'ingresso della sede del PNF
  • inquadratura a mezzo busto di un rappresentante delle camicie nere con decorazioni al petto; in sovrimpressione compare, ad indicare il commento musicale, la seguente didascalia: "Giovinezza / Inno degli arditi 1917 tratto dalla canzone di Camaso e Oxilia"
  • camicie nere marciano lungo una banchina ferroviaria
  • l'incontro tra personalità in borghese e camicie nere
  • una folla di fascisti si accalca all'esterno di una stazione
  • reduci imbrattano con scritte, inneggianti a "Roma", gli sportelli di una vettura ferroviaria
  • folla di camicie nere, raccolta in una stazione ferroviaria, esulta
  • una squadra di fascisti in marcia per una via di Roma
  • un gruppo di fascisti attraversa la città in automobile
  • una camicia nera pluridecorata tiene un discorso circondata da giovani fascisti
  • due giovani fascisti tengono in mano un manifesto lacero intitolato alla "Casa del Popolo"; quindi, buttano il manifesto in un rogo acceso in una piazza
  • le fiamme del rogo fascista
  • immagini tratte da un film in bianco e nero - probabilmente "Napoli piange e ride" del 1950:
  • veduta di Napoli sotto la pioggia; compare in sovrimpressione la scritta "Chiove / Bovio-Nardella 1923" che si riferisce alla canzone di sottofondo
  • una strada battuta dalla pioggia
  • lenzuola stese su un balcone
  • la piazza di un mercato sotto la pioggia
  • un bambino si fa una doccia sotto una grondaia in una via di Napoli
  • una strada allagata
  • lenzuola, stese su un balcone, sventolano sotto la pioggia
  • un cascata d'acqua fuoriesce da una grondaia
  • un cielo nuvoloso
  • un vicolo di Napoli
  • un balcone
  • panni stesi in un vicolo di Napoli
  • veduta del golfo di Napoli sotto la pioggia
  • la copertina illustrata di "Canzone Appassiunta" di E.A. Mario (1922)
  • particolari di illustrazioni, cartoline, opere grafiche di soggetto romantico-sentimentale con figure di innamorati in abiti anni Venti
  • particolare di un telegramma con il seguente messaggio: "Come un tempo vi amai, ora vi odio"
  • immagini tratte dal film "Zappatore" (1980) con Mario Merola che canta, la Venier e Placido:
  • una sala da ballo con coppie in abiti da sera che ballano musiche napoletane
  • entra d'improvviso il personaggio interpretato da Mario Merola dall'espressione sconvolta
  • Merola si avvicina, tra lo sconcerto di tutti i presenti, ai due personaggi interpretati dalla Venier e da Placido che ballano in mezzo alla pista
  • la coppia, sorpresa da Merola, smette di ballare
  • Murolo e Placido si fissano
  • i presenti impietriti fissano Merola
  • Merola inizia la sua "sceneggiata" di emigrato; compare in sovrimpressione la didascalia: "Zappatore / Bovio-Albano 1929"
  • al termine della melodrammatica "sceneggiata" il giovane Placido si inginocchia ai piedi di Merola
  • serie di fotografie d'epoca del canzonettista Nicola Maldacea, celebre per le sue macchiette; compare in sovrimpressione la didascalia "'A risa / Cantalamessa 1895" che si riferisce al commento musicale
  • testi musicali illustrati con immagini delle macchiette interpretate da Maldacea
  • messa a fuoco di un ritratto fotografico di Maldacea sorridente
  • immagini tratte dal film "Scapriciatiello":
  • un barbiere, interpretato da Dante Maggio, canta, seduto in una piazzetta, "'Ndringhete 'Ndra'" - di Cinquegrana-De Gregorio (1895) - ad una ragazza che serve bibite dietro il bancone di un chioschetto
  • immagini tratte da un film in binaco e nero:
  • veduta del golfo di Napoli da Via Petrarca
  • la cantante Miranda Martino scende da un pulmann turistico su Via Petrarca
  • Miranda Martino canta "O paese d' 'o sole" di Bovio-D'Annibale (1925)
  • Totò nelle vesti di una "guida non autorizzata", a bordo del pulmino turistico, si compiace dell'esibizione canora
  • il pulmino turistico si allontana su via Petrarca
  • Miranda Martino canta ammirando il panorama
  • particolare di un'opera grafica che raffigura due ragazze affacciate dalla terrazza di un giardino
  • immagini di repertorio Rai:
  • Roberto Murolo canta in uno studio "Decitencello vuie / Fusco-Flavio 1930"
  • l'esibizione con la chitarra di Murolo
  • immagini di repertorio Rai:
  • Mina canta "Decitencello vuie"
  • l'interpretazione canora di Mina
  • immagini dell'archivio Luce, tratte dal documentario "Radio Italiana Anno XVI", accompagnate dalla canzone "Torna / Vento-Valente 1930":
  • un'antenna radiotrasmittente
  • dipendenti dell'Eiar al lavoro
  • l'entrata della sede dell'E.I.A.R.
  • un microfono con, segnate, date riguardanti il duce e i reali negli anni 1935-1936
  • le antenne trasmittenti dell'Eiar a Milano, Trieste, Genova
  • dipendenti dell'Eiar lavorano in una stazione-radio
  • l'allontanamento di un treno da una stazione ferroviaria lungo un binario; compare in sovrimpressione Nunzio Gallo che canta "Torna"
  • immagini di repertorio:
  • il duo S. Centi e F. Cigliano suona e canta "Dduie paravise / Parente-E.A. Mario 1928"
  • due personaggi, vestiti da vagabondi, si avvicinano alla coppia che canta seduta sugli scalini di un portone.
Top