Documentari Incom

Il cinema delle meraviglie
Cinerivista 'INCOM' 1943 in due tempi e quattro parti presentata da MACARIO e CARLO RIZZO; Sui pattini a rotelle; Cacciatori di rettili; Nel paese dei ranocchi; Ritmi Nuovi

data: 1943

durata: 00:57:02

colore: b/n

sonoro: sonoro

codice filmato: D062501


data: 1943

regia di: Benedetti, Pietro

  • lingua: italiana
  • nazionalità: italiana
  • Casa di produzione: Incom
  • Anno di produzione: 1943
  • operatore : Giordani, Aldo
  • coordinatore : Francisci, Pietro
  • fotografia : Tiezzi, Augusto
  • fotografia : Bianchi, Adelchi
  • disegni : Rubino, Antonio
  • realizzazione : Francisci, Pietro
  • direzione tecnico musicale : Ferrero, Willy
  • musiche originali : Fusco, Giovanni
  • musiche originali : Gervasio, Raffaele
  • musiche originali : Rossellini, Renzo
  • cantante : Silene, Tilde
  • cantante : Lulli, Sergio
  • cantante : Solaro, Rufo
  • cantante : Neri, Giulio
  • scenografia : Bongini, Giulio
  • foto di scena : Belvisò, Antonio
  • titoli di testa scorrono impaginati all'interno di uno schermo accanto alla fotografia di Macario che li osserva mentre manovra dei rulli di pellicola
  • campo lungo: panoramica da destra verso sinistra di un paese medievale in tufo
  • fiction:
  • Macario cammina con dei rulli di pellicola in mano; una coda di pellicola è in terra e viene trascinata finché un passante non ci cammina sopra; Macario si volta e lo apostrofa dicendogli di stare attento; in secondo piano vi è l'ingresso di un cinema-teatro con una coda di persone davanti alla biglietteria, ancora chiusa
  • Macario si avvicina alla coda delle persone e scherza con loro prima di precipitarsi ad aprire la biglietteria
  • le persone in coda si lamentano
  • Macario apre gli sportelli della biglietteria con il sollievo delle persone
  • Macario inizia a fare l'appello dei presenti; egli rimprovera uno di loro perché è assente da tre giorni
  • Macario distribuisce i biglietti, poi chiude gli sportelli sul volto di un uomo
  • Macario, in veste di maschera, apre le porte del cinema, controllando i biglietti
  • ad un signore anziano, che non riesce a trovare il biglietto, Macaria vidima la cravatta, quindi lo fa entrare
  • Macario impedisce l'ingresso al signore che aveva cercato di entrare precedentemente
  • Macario impedisce inizialmente a un gruppo di bimbi di entrare, perché sprovvisti di biglietto, poi li porta con sé in cabina, vestendo i panni dell'operatore
  • il pubblico si siede nella sala
  • Macario è in cabina di proiezione con i bambini e mostra loro la macchina dicendo che è un po' difettosa; i bambini, mentre Macario è distratto, aprono il contenitore di un rullo e infilano dentro, vicino alla pellicola avvolta, un serpentello finto
  • Macario colpisce con un grosso martello la macchina da presa
  • Macario mostra ai bambini le operazioni necessarie per la proiezione
  • scherzando sul processo produttivo di un film
  • nella cabina entra uno spettatore con un braccio e la fronte fasciati e protesta, chiedendo quando inizia lo spettacolo
  • l'uomo è un regista e Macario lo prende in giro
  • Macario fa uscire tutti dalla cabina, quindi aziona delle leve e la macchina da proiezione si mette in movimento tra vari scoppiettii
  • inquadratura dello schermo nella sala sul qualche iniziano a scorrere le immagini del primo film:
  • "Sui pattini a rotelle"
  • giovani si avviano all'ingresso di un edificio sede di una pista di pattinaggio
  • campo medio dall'alto: veduta di una pista di pattinaggio all'aperto sulla quale numerose persone stanno andando sui pattini a rotelle
  • molti ragazzi cadono mentre pattinano, tra le risate dei compagni
  • persone entrano; ragazzi e ragazze indossano i pattini, tra loro anche un signore di mezza età con cappello e occhiali
  • un gruppo di ragazzi cade in terra mentre pattina
  • due bambine in abitino sportivo invitano il signore con gli occhiali a pattinare
  • il signore, che Macario, commentando il filmato, chiama scherzosamente "il cavaliere", si avventura in pista, cadendo subito
  • ragazzi pattinano
  • il cavaliere sorride mentre vede delle ragazzine pattinare con disinvoltura
  • l'uomo prova a pattinare ma barcolla e, per non cadere, cerca di aggrapparsi al braccio di una ragazzina, facendo cadere anche lei
  • un gruppo di ragazzi e ragazze pattina con abilità, passando sopra all'uomo steso a terra
  • l'uomo prova ancora a stare in piedi sui pattini mentre intorno a lui sfrecciano i ragazzi sui pattini, finché non cade
  • ragazze sedute ai margini della pista ridono; una di loro sta sfogliando un album di fotografie che ritraggono pattinatori in costume dell'Ottocento
  • dissolvenza
  • su un pista da pattinaggio si esibiscono uomini e donne in costumi ottocenteschi; tra loro si distinguono i campioni Egilda Cecchini e Arturo Garagnani
  • i due campioni si esibiscono in un saggio di pattinaggio artistico
  • i due campioni si esibiscono in costumi differenti
  • gruppo di giovani, ragazze e ragazzi, su una pista di pattinaggio si preparano a seguire la lezione tenuta da Egilda Cecchini
  • la campionessa mostra un passo
  • la pistola di uno starter spara e dei ragazzi iniziano una corsa di velocità sui pattini
  • fasi della corsa
  • il pubblico applaude al termine della gara
  • immagini di una partita di hockey sui pattini
  • fasi della partita
  • coppie di pattinatori si esibiscono in diversi saggi di pattinaggio artistico
  • Egilda Cecchini si esibisce in costumi diversi
  • fasi dello spettacolo
  • conclusione del film
  • il pubblico nella sala cinematografica applaude
  • gag tra Macario e il signore che non aveva voluto fare entrare nel cinema; l'uomo si rivela essere il proprietario della sala al quale Macario deve l'affitto
  • l'uomo chiama alcuni suoi aiutanti e li porta nella cabina di proiezione con l'intento di sequestrare i macchinari e i film
  • Macario cerca di opporsi e l'uomo apre, nel tentativo di prenderla, la scatola all'interno della quale il bambino aveva messo il serpentello; impaurito scappa insieme ai suoi aiutanti
  • il panico si diffonde nella sala del pubblico mentre i bambini ridono
  • Macario si rende conto che il serpentello è finto
  • Macario si affaccia in sala per tranquillizzare il pubblico dicendo di aver catturato il serpente; quindi lo mostra
  • il pubblico, compreso il proprietario della sala, si siede per assistere alla proiezione successiva
  • sullo schermo iniziano a scorrere le immagini del secondo film:
  • "Cacciatori di rettili"
  • panoramiche di un paesaggio di campagna;
  • due uomini camminano verso la sponda di un ruscello, quando l'obbiettivo della macchina da presa inquadra un serpente che striscia sul terreno
  • riprese del serpente mentre entra in acqua
  • i due uomini camminano lungo il ruscello alla ricerca di serpenti
  • la biscia d'acqua continua nuotare nel ruscello
  • l'uomo che cammina in acqua scorge la biscia e l'afferra, riponendola in un sacco
  • un cucciolo di cane abbaia e saltella
  • i due cercatori di rettili scorgono un altro serpente annodato sul ramo di una quercia
  • uno dei due uomini allunga un bastone e riesce ad afferrare il serpente
  • una tartaruga corre via lasciando alla spalle delle uova
  • il cucciolo di cane abbaia alla tartaruga
  • uno dei due uomini l'afferra
  • un ramarro corre sul terreno
  • uno dei due cacciatore riesce a prenderlo, adescandolo come un pesce
  • un cacciatore agguanta con un panno scuro un serpente che striscia sull'erba, quindi lo infila in un sacco
  • il cacciatore scorge un altro serpente che sale lungo il tronco di un albero; l'uomo lo prende con la mano
  • un serpente si contorce sopra un gruppo di uova, quindi sguscia via
  • la mano del cacciatore afferra le uova
  • riprese di alcuni serpenti che strisciano lasciandosi alle spalle le vecchie pelli
  • uno dei due cacciatori ne stana uno, sotto un sasso
  • primissimo piano di un serpente avvolto su se stesso
  • ramarri su un sasso
  • un serpente afferra un ramarro
  • il ramarro giace privo di vita, ma si avvicina un altro ramarro che attacca il serpente
  • anche il secondo ramarro viene ucciso dal cervone
  • i cacciatori di serpenti camminano lungo il ruscello dove un uomo è seduto a pescare
  • i due uomini agguantano un serpente, sotto lo sguardo incredulo e impaurito del pescatore, e lo infilano in un sacco
  • una tartruga nuota in acqua finché non viene agguantata
  • un cacciatore cerca di afferrare un serpente in acqua
  • il pescatore osserva con espressione atterrita
  • un serpente striscia sulle rocce, vicino al pescatore ignaro
  • l'uomo mette un'altra esca sull'amo
  • il serpente si avvicina al barattolo dove si trovano le esche e il pescatore, per sbaglio, lo afferra, quindi urla per lo spavento
  • il serpente striscia tra l'erba
  • uno dei due cacciatori lo afferra
  • anche il pescatore tenta di afferrare un serpente, pensando che sia facile e, dopo esserci riuscito lo mostra trionfante ai due cacciatori che iniziano a indietreggiare spaventatissimi, avvertendo lo sventurato che si tratta di una vipera
  • l'uomo la getta via
  • gli uomini le iniziano a dare la caccia finché non riescono ad acciuffarla
  • un treno in corsa
  • il commentatore della Incom si sostituisce a Macario spiegando, mentre le immagini scorrono, dove vanno a finire i serpenti catturati
  • degli uomini in camice bianco prendono i serpenti che arrivano chiusi in sacchetti e in scatole e li gettano in un recinto insieme a una moltitudine di vipere
  • interno di un laboratorio dove molti serpenti sono sotto spirito in contenitori trasparenti
  • i ricercatori afferrano una vipera con il corno e le fanno mordere un pezzetto di pergamena per estrarle il veleno
  • la stessa operazione viene effettuata con un aspide
  • inquadratura delle provette e dei contenitori di veleno
  • un uomo inietta una dose di veleno nel collo di un cavallo, per immunizzarlo
  • in un archivio un addetto mostra la scheda di un cavallo sulla quale sono registrate le fasi del processo immunitario a cui viene sottoposto
  • due uomini stanno estraendo dieci litri di sangue dal cavallo immunizzato
  • inquadratura di recipienti di vetro dove il sangue del cavallo si è coagulato liberando il siero
  • due infermiere stanno riempendo alcune fialette con il siero antivipera estratto dal sangue del cavallo
  • alcune donne stanno confezionando in pacchetti da distribuire nelle farmacie le provette di siero
  • veduta di un casolare di campagna davanti al quale passa un carro carico di covoni
  • un contadino conduce una coppia di buoi all'abbeveratoio
  • una giovane donna scende per la scala esterna dell'abitazione, con una bambina in braccio
  • la bambina corre ad accarezzare un cane seduto sulla paglia quindi va a passeggiare tra i covoni
  • una vipera tra i covoni
  • la vipera morde il polpaccio della bimba che inizia a urlare
  • la madre e il padre accorrono mentre il cane va a stanare il rettile
  • la bambina viene portata al pronto soccorso
  • la bimba viene stesa su lettino quindi le viene iniettato il siero antivipera
  • il cane, dopo aver ucciso la vipera, corre verso il pronto soccorso
  • tutti sono riuniti intorno al lettino dove giace svenuta la bambina quando entra anche il cane che le inizia a leccare una manina
  • la bambina si rianima ormai fuori pericolo
  • fine della proiezione
  • Macario nella cabina di proiezione estrae dall'interno della macchina da presa una padella fumante e si siede per mangiare
  • la macchina da presa inizia a scoppiettare; Macario prende un cartello e lo appende all'esterno della cabina
  • inquadratura della scritta sul cartello: "Fine del primo tempo"
  • inquadratura della scritta: "Secondo tempo"
  • Macario, che sul cappello ha scritto: "Genlataio", passa tra il pubblico a vendere i gelati
  • si alza in piedi il proprietario che afferra un cono gelato, quindi chiama i suoi aiutanti; questi, usciti dalla cabina di proiezione, stanno portando via molti rulli di pellicola
  • il pubblico in sala protesta
  • gli aiutanti del proprietario fanno alzare le persone per portarsi via le sedie
  • Macario entra nella cabina e trovandola vuota inizia a piangere
  • scorcio dall'alto della sala cinematografica dove gli aiutanti del proprietario stanno continuando a portare via le sedie; ma mentre loro escono da una porta, dall'altra entrano dei ragazzini con le sedie sequestrate che risistemano in platea
  • il proprietario si accorge, quando è troppo tardi, che le sedie sono state riportate tutte dentro; il pubblico, ormai seduto, applaude per vedere lo spettacolo successivo
  • Macario si affaccia in sala annunciando l'ultima proiezione: un documentario "scientifico" sulla vita delle rane
  • il proprietario del locale, molto arrabbiato, afferra pern il cravattino Macario che, perdendo l'equilibrio, sbtte contro una scaffalatura sulla quale sono posate pellicole e barattoli di vernice multicolore; tutto cade e la vernice colorato imbratta le pellicole
  • il pubblico in sala protesta
  • Macario proietta una pellicola sporca di colore
  • il film inizia e il pubblico applaude vedendo che si tratta di un film "a colori"
  • inizia la proiezione del terzo film, ovvero di un cartone animato:
  • "Nel paese dei ranocchi"
  • una bambina racconta in versi con rima, mentre le immagini animate scorrono, come si riproducono le rane
  • girini in acqua tra piante acquatiche
  • una pianta acquatica è animata e mostra un girino, diverso dagli altri
  • mentre gli altri girini crescono in fretta il rnocchio chiamato "Tardino" rimane piccolo e per la vergogna scende a nascondersi verso il fondo
  • al piccolo spuntano solo due zampette e non riesce a perdere il codino, come invece è accaduto ai suoi compagni
  • tutti i ranocchi cresciuti vengono invitati dalla mamma ad uscire dall'acqua e a respirare, mentre il piccolo diverso dagli altri non riesce ad abituarsi
  • la mamma sta insegnando ai piccoli a gracidare, quindi cerca di svegliare Tardino
  • Tardino viene preso in giro dai compagni per il suo codino e scappa
  • viene inseguito da un serpente che lo afferra per il codino fino strapparglielo
  • Tardino torna tra i compagni che lo festeggiano con un concerto
  • fine le film
  • i bambini in sala applaudono; Macario è seduto tra loro e tiene un piccolo in braccio
  • tutti iniziano a protestare e a chiedere di vedere un altro film a colori
  • il proprietario della sala, non più arrabbiato si congratula con Macario per essere riuscito a produrre un film a colori
  • il proprietario promette a Macario di farlo entrare in società con lui se fosse riuscito a proiettare un altro film a colori
  • Macario, felice, entra nella cabina di proiezione
  • Macario, seduto in cabina, ha svolto una pellicola e la sta mescolando in una grande insalatiera, aggiungendo prima un colore, poi un altro; quindi prende la pellicola tutta aggrovigliata e la sistema sulla macchina da presa
  • sullo schermo in sala iniziano a scorrere le immagini del quarto film:
  • "Ritmi Nuovi"
  • il sipario di un palcoscenico teatrale si apre su un paesaggio di campagna percorso da un asinello che tira un carretto carico di gabbie di uccellini; un uomo e un bambino seguono il carro
  • il ragazzo osserva un uccellino in una gabbia quindi si rivolge allo zio chedendogli un parere; il merlo Totò infatti gli sembra un po' triste
  • lo zio lo rassicura quindi inizia a intornare un'aria lirica con voce da baritono
  • particolare dei dipinti su un lato del carretto
  • particolare di due colombe
  • un pappagallino in una gabbia
  • inquadratura dell'asinello che ha dei fiori sulla sella
  • particolare di un dipinto sul carretto
  • il carretto si ferma davanti a una casa dove al pianterreno è aperta una bottega di strumenti musicali
  • lo zio scende dal carretto si allontana dicendo al nipote, che sta pulendo una ruota del carro, di proseguire da solo
  • lo zio entra nella bottega mentre il nipote va a nascondere il carretto dietro dei covoni di paglia
  • il ragazzo prende il merlo Totò e si allontana con lui chiedendogli come mai è triste
  • il giovane posa il merlo sul ramo di un albero invitandolo a cantare, quindi inizia a intonare una canzone
  • il ragazzo lascia il merlo e corre al cancello di una villa accolto da una ragazzina che esce e corre via con lui
  • un ragazzo con una fionda colpisce con un sasso il merlo sul ramo
  • il padroncino del merlo arriva trafelato e si accapiglia con il ragazzo
  • mentre i due lottano per terra la bambina prende tra le mani il merlo caduto esamine a terra
  • il ragazzo con la fionda scappa; la bambina raccoglie dei fiori con i quali ricopre il corpicino del merlo, mentre il ragazzo si stende a terra disperato
  • la ragazza intona un canto
  • i due ragazzi a un certo punto sentono il canto dell'usignolo e sorpresi lo ascoltano, quindi si allontanano tenendosi per mano
  • i due ragazzi arrivano davanti alla casa dove si trovo lo zio; i tre entrano in casa e lo zio mostra loro un grammafono
  • i due giovani sono melanconici per la morte del merlo; la giovane accarezza un grosso pappagallo su un trespolo; lo zio mostra loro un disco in vinile
  • particolare dell'etichetta del disco su cui si legge: "La voce del padrone. Il disco incantato"
  • lo zio avvia il disco sul grammofono, mentre il nipote porge del cibo agli uccellini
  • il ragazzo si accorge della nascita di tre uccellini e li mostra allo zio e alla sua amica Maggiolina
  • i tre iniziano a ballare facendo il girotondo intorno al grammofono; improvvisamente sul disco si materializzano dei piccolissimi musicisti che iniziano a danzare, cantare, suonare strumenti
  • un giovane in abito da sera di raso bianco è seduto sull'orlo della bocca del grammofono e canta
  • le dimensioni di Maggiolina si riducono e finisce anche lei sul grammofono a cantare insieme al gruppo
  • inquadratura dello zio e del nipote mentre cantano
  • inquadratura di alcuni uccellini mentre svolgono delle acrobazie
  • Maggiolina e il gruppo di musicisti alle sue spalle si inchinano al pubblico e il sipario si chiude
  • Macario nella cabina di proiezione è in difficoltà perché la sua cravatta è finita negli ingranaggi della macchina da presa; non riuscendo a liberarsi anche Macario finisce all'interno della cinepresa e viene proiettato sul grande schermo finché non ne esce con un salto, rompendo il telone
  • un lampadario cade e si rompe sulla testa di Macario; le stelline del mal di testa si trasformano in lettere che compongono la parola "Fine"
  • campionessa di pattinaggio : Cecchini, Egilda
  • responsabile della sala cinematografica : Macario, Erminio
  • campione di pattinaggio : Garagnani, Arturo
Top