Giornale Luce A / A0346

La seconda adunata goliardica a Roma

data: 24/05/1929

durata: 00:05:21

colore: b/n

sonoro: muto

codice filmato: A034603


Dall'Opera Omnia di Benito Mussolini Discorso pronunciato a Roma, allo Stadio del PNF, la mattina del 24 maggio 1929, davanti a circa quindicimila fascisti universitari convenuti nella capitale in occazione del quindicesimo annuale dell'intervento. "Libro e Moschetto" Goliardi fascisti ! Non è senza significato profondo che il Partito vi ha convocato a Roma in questo giorno. IL 24 maggio non è soltanto la data che ricorda la nostra dichiarazione di guerra, ma è anche, e vorrei aggiungere soprattutto, la data che segna il compimento vittorioso della prima fase della rivoluzione fascista (applausi). Perchè il 24 maggio del 1915 si snudasse la spada e si dichiarasse la guerra all'Austria, fu necessario convocare il popolo nelle piazze, tenere occupate le piazze durante una settimana e porre alle pavide classi dirigenti del tempo terribile dilemma: "O guerra o rivoluzione". Molti di voi in quei giorni erano nella fase dell'adolescenza, ma io credo che qualche ricordo è nel vostro spirito di quelle che furono chiamate, e così rimarranno nella storia, le radiose giornate del maggio 1915. La seconda fase della rivoluzione fu la conseguenza della conclusione vittoriosa della guerra. La marcia su Roma del 28 ottobre 1922 è strettamente legata con gli avvenimenti del 1915. Camerati goliardi ! Questa dunque è una grande giornata, che evoca nelle nostre anime ricordi incancellabili. Siete venuti da tutte le città d'Italia, dalle Alpi alla Sicilia, alla Sardegna, in questa nostra Roma, che diventa sempre più ardente della intera nazione. Siete venuti da tutte le Università, da quelle gloriose, onuste di parecchi secoli di gloria, a quelle che il regime fascista ha creato per dimostrare che la gioventù degli Atenei è unanime col fascismo. Nelle vostre Università, durante tutti i secoli, è stata accesa la fiaccola dello spirito e della conquista spirituale. Nell'epoca del Risorgimento, dalle aule universitarie sono partiti i battaglioni di volontari. Nel 1915, ancora una volta, le Università si vuotarono, e gli studenti in grigioverde si ammassarono al confine iniquo che si doveva oltrepassare. (acclamazioni prolungate e ripetute, berretti e moschetti agitati nell'aria) Per questo accanto al libro sul quale voi dovete curvare la fronte e l'ingegno, ho voluto aggiungere il moschetto, l'arma che difende la patria e la rivoluzione delle camicie nere (la manifestazione di entusiasmo si fa anche più intensa, l'immenso Stadio è tutto in tumulto) Tornate alle vostre città, alle vostre sedi universitarie. Sono certo che serberete un ricordo imperituro di questa vostra grande giornata romana. Goliardi fascisti ! In alto i moschetti, in alto i gagliardetti. Viva l'Italia ! Viva il fascismo ! (il duce deve sostare qualche minuto sul podio per rispondere col saluto romano alle acclamazioni continuamente rinnovate degli studenti).

  • direzione artistica : Ruffini, Giulio
  • l'arrivo dei rappresentanti dei gruppi universitari fascisti alla stazione di Trastevere
  • lungo il binario, di fronte al treno, sfila un reparto della milizia
  • ressa di universitari fascisti all'uscita della stazione
  • sul binario sfilano i rappresentanti del GUF di Parma, recando il cartello con il nome della città
  • alcuni di essi indossano la divisa della milizia universitaria, composta di camicia nera, fazzoletto azzurro al collo e berretto goliardico
  • seguono il GUF di Modena e il GUF di Sassari
  • le rappresentanze straniere del GUF di Modena: i rumeni, gli ungheresi, i polacchi e i bulgari, tutti con i rispettivi cartelli
  • la sfilata degli universitari fascisti prosegue per le vie della città in tre lunghe file
  • passa il GUF di Catania
  • il lungo corteo giunge nei pressi dei Fori
  • uno dei bracieri situati davanti all'ara del Milite Ignoto, sul Vittoriano
  • gli universitari fascisti sfilano alla base del monumento
  • alcuni militari a cavallo di fronte al monumento
  • la sfilata di universitari ai piedi del Vittoriano continua
  • inquadratura dall'alto della sfilata
  • inquadratura ravvicinata del braciere
  • le legioni della milizia universitaria entrano in piazza del Popolo
  • particolare di un reparto della milizia universitaria
  • Turati, il segretario amministrativo del PNF Marinelli, Starace e altri ufficiali dell'esercito assistono alla sfilata
  • passando di fronte a loro gli universitari fanno il saluto romano
  • particolari degli universitari fascisti mentre sfilano con i loro caratteristici berretti goliardici
  • un reparto della milizia all'interno dello stadio del PNF
  • un ufficiale impartisce ordini ai militi
  • altri reparti della milizia disordinatamente ammassati nel campo dello stadio
  • inquadratura in campo lungo sugli universitari seduti nel campo e sulle gradinate gremite di giovani italiane
  • p.p. di alcuni appartenenti ai GUF con i caratteristici berretti goliardici
  • p.p. su una universitaria
  • uno striscione: "Dalmazia o morte"
  • panoramica sugli universitari ammassati nel campo dello stadio
  • si vedono i cartelli dei GUF di Gorizia, Catania, Istria, Firenze, Padova, Bologna, Pisa, Messina, Trieste, Como, Trento, Bari e Ferrara
  • l'arrivo di Mussolini allo stadio, insieme a Turati, Marinelli, Starace e altri gerarchi del PNF
  • la folla degli universitari saluta sventolando fazzoletti e agitando le mani
  • si vede il cartello del GUF di Torino
  • Mussolini si affaccia dal palco e fa il saluto romano
  • dal basso gli universitari rispondono sventolando i loro berretti e facendoli roteare in cima alle aste delle bandiere
  • dal palco Mussolini pronuncia un discorso
  • gli universitari ammassati nel campo: nelle prime linee i reparti della milizia, dietro, più disordinati, gli iscritti ai GUF
  • inquadratura di Mussolini mentre parla
  • nel campo gli universitari salutano sventolando i berretti
  • Mussolini e gli altri gerarchi lasciano lo stadio
  • ressa di universitari ai piedi di una balconata in attesa dei cesti-viveri, che alcuni inservienti gettano in modo disordinato
  • gli universitari con i pacchi di cibarie in mano passano attraverso una cancellata, probabilmente l'entrata di un parco dove consumeranno il pasto
  • inquadratura degli universitari mentre mangiano
  • alcuni di essi raccolgono acqua da una fontana con un bicchiere, una bottiglia e un berretto
  • p.p. su un universitario che beve dal berretto
  • inquadratura su una bandiera italiana che sventola

gli altri 2 servizi del Cinegiornale

Top